I recenti restauri delle mura di Volterra

Venerdì 24 marzo 2017 - ore 17
saletta delle Edizioni ETS - piazza Carrara, Pisa

I recenti restauri delle mura di Volterra

conferenza di Riccardo Lorenzi, direttore architetto della Soprintendenza di Pisa.

La conferenza è promossa dalla nostra associazione AMUR, nell'ambito del ciclo di incontri della primavera 2017 e delle manifestazioni del Capodanno e del Giugno pisano.

Il ciclo di conferenze è organizzato in collaborazione con Edizioni ETS e col Liceo artistico “Russoli” di Pisa.

Oggetto della presente conferenza

Il crollo delle mura urbane di Volterra ha rappresentato certamente un caso limite che però ha anche il valore di campanello d'allarme per la condizione di rischio cui sono sottoposti da tempo molti importanti beni culturali. Eppure, nonostante la complessità dell’intervento di restauro architettonico, i lavori sono stati ultimati nei tempi e nei costi previsti, anche se hanno visto incombere sul cantiere pressioni di tipo sociale, grandi interventi di messa in sicurezza di cantiere e di persone, consistenti problemi diagnostici e progettuali, complicazioni di natura geologica, difficoltà strutturali e operative, rischi archeologici continui e conflittualità di vario genere. L’esperienza fatta mette in risalto aspetti positivi e negativi di un’Amministrazione Pubblica che ha comunque bisogno urgente di politiche culturali adeguate.

Nell’incontro con l'Architetto Lorenzi, che ha supervisionato i lavori di recupero del tratto crollato in qualità di funzionario della Soprintendenza di Pisa, potremo scoprire e discutere su quali siano state le cause recenti e passate del crollo che pochi anni fa danneggiò un tratto consistenze del circuito occidentale delle mura urbane volterrane, le numerose indagini occorse per identificare le più idonee metodologie di intervento e le fasi che si sono succedute per il loro ripristino e il consolidamento del difficile terreno su cui sorgono.

Nella speranza di potervi incontrare, numerosi, in questa circostanza, vi porgo i più cordiali saluti.

Ilario Luperini

Letto 72 volte Ultima modifica il Martedì, 21 Marzo 2017 14:29

News

Torna su